Talk interattivi

►17 aprile 2018

Ingegneria, Università Campus Bio Medico di Roma

TALK INTERATTIVI DI ORIENTAMENTO e su ARGOMENTI DI ATTUALITÀ

Gli studenti provenienti da tutta Italia avranno la possibilità di conoscere da vicino le tematiche di punta e gli esperti del settore e potranno visitare i laboratori dell’Ateneo.
Le aziende partner dell’iniziativa avranno l’opportunità di curare i contenuti di uno dei talk interattivi riservati al mondo education, ai giornalisti e ai cittadini. L’innovazione a 360°: medicina e bioingegneria – Settore alimentare – Sport e Tempo Libero – Education

 

TALK DI ORIENTAMENTO
Per gli studenti delle scuole superiori - Aula Magna Trapezio 
ore 10 – 11

BIOMECCATRONICA
I metodi di progettazione delle tecnologie dell’automazione del futuro: la simbiosi tra meccanica, elettronica, automatica e informatica per l’ottimizzazione delle prestazioni di sistemi capaci di interagire e cooperare con le persone in modo sicuro e utile.
Il caso di studio: progettare una carrozzina elettrica a guida assistita. Demo interattive di un prototipo di carrozzina.
Be inspired by
Fabrizio Taffoni, docente di Meccatronica, Dipartimento di Ingegneria, Università Campus Bio-Medico di Roma

Registrati qui

ALIMENTAZIONE, SALUTE E TECNOLOGIE
I sensori per i sistemi di automazione avanzati dei processi industriali nel settore agro-alimentare.
Il caso di studio: progettare un naso e una lingua elettronici per monitorare la qualità degli alimenti. Demo interattive di sistemi sensoriali per il monitoraggio di fluidi e gas.
Be inspired by
Giorgio Pennazza, docente di Elettronica, Dipartimento di Ingegneria, Università Campus Bio Medico di Roma.

Registrati qui

ore 11.15 -12.15

ROBOTICA MEDICA E DI SERVIZIO
I robot escono dalle fabbriche ed entrano nelle sale operatorie chirurgiche, nei centri di riabilitazione, nelle case e negli ambienti di vita quotidiana per migliorare la qualità e l’efficacia delle cure e della vita di tutti noi. Il caso di studio: il sistema robotico da Vinci per la chirurgia assistita. Demo interattive di sistemi di simulazione chirurgica.
Be inspired by
Loredana Zollo, docente di Robotica Medica e Industriale, Dipartimento di Ingegneria, Università Campus Bio Medico di Roma

Registrati qui

MANI ARTIFICIALI E INTERFACCE UOMO-MACCHINA 

Sviluppare una protesi capace di replicare la complessità della mano umana è da tempo un sogno degli ingegneri della riabilitazione. Le protesi oggi disponibili alle persone che hanno perso un arto sono limitate sia in termini di movimenti che riescono a ripristinare che in termini di sensazioni che restituiscono alla persona. Quali sono le sfide che abbiamo vinto e quelle ancora da superare per sviluppare le protesi di mano del futuro?
Be inspired by
Francesco Clemente, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa

ore 12.30 - 13.30

NEUROINGEGNERIA E NEURO-ROBOTICA
Come funziona il cervello? Come possiamo positivamente influenzare il suo funzionamento per migliorare l’interazione uomo-tecnologia? Dalle tecnologie di stimolazione ai sistemi robotici applicati alle neuroscienze.
Il caso di studio: il sistema robotico InMotion3 per lo studio del controllo motorio del polso. Demo interattive di sistemi di neurostimolazione elettrica e di esperimenti di neuroingegneria.
Be inspired by
Domenico Formica, docente di Sistemi Bionici e Neuroingegneria, Dipartimento di Ingegneria, Università Campus Bio Medico di Roma
Giovanni Di Pino, docente di Elementi di Fisiologia, Dipartimento di Medicina e Chirurgia, Università Campus Bio Medico di Roma

Registrati qui

BIOROBOTICA E BIONICA
Le macchine robotiche ispirate ai sistemi biologici. Come modellare la Natura per ispirare la progettazione di macchine capaci di operare nei contesti più svariati: dalle nostre abitazioni, agli ospedali, fino agli ambienti più ostili all’uomo nelle profondità marine o sotto le macerie causate da un terremoto. Come dotate tali macchine di interfacce semplici e intuitive, capaci di interagire con la persona utilizzando collegamenti diretti ai canali fisiologici.
Il caso di studio: progettare protesi di mano bioniche interconnesse al sistema nervoso umano per restituire sensazioni e capacità di manipolazione avanzate utili al reinserimento sociale e lavorativo. Demo interattive di mani artificiali robotiche.
Be inspired by
Eugenio Guglielmelli, docente di Biorobotica e Bioingegneria della Riabilitazione, Dipartimento di Ingegneria, Università Campus Bio Medico di Roma

Registrati qui

 

 

TALK INTERATTIVI SU ARGOMENTI DI ATTUALITÀ
Per studenti universitari, studenti di scuole secondarie superiori e un pubblico più vasto
ore 10 – 11 Aula T9, Trapezio

IL ROBOT CHE VORREI

Nel 2018 si celebra il bicentenario della pubblicazione dell’Opera “Frankenstein, o il moderno Prometeo” mentre nella realtà la quarta Rivoluzione Industriale comporterà il passaggio dalla Robotica Industriale alla Robotica Sociale, inserendo nella rete delle quotidiane relazioni di lavoro, assistenza, servizi e ricreazione Androidi e Robot di diverso tipo. Molti guardano a tale prospettiva con entusiasmo, altri con curiosità e altri ancora con paura, assimilando il progresso robotico alla realizzazione del famoso Mostro di Mary Shelley. I giovani possono fornire indicazioni molto importanti alle Aziende che progettano i Robot 4.0 affinché si crei attorno a loro un ambiente pieno di fiducia e di utile accettazione, andando oltre miti affascinanti ma irreali. Il seminario presenterà i risultati di una indagine realizzata fra gli studenti delle Università e Scuole Superiori di Roma, risultati che saranno presentati alle Aziende sotto forma di “Raccomandazioni”.
Caso di Studio: l’intervista a Sofia, primo Androide che ha ricevuto la cittadinanza in Arabia Saudita (http://www.hansonrobotics.com/)

  • Vittoradolfo Tambone, Ordinario di Bioetica, Università Campus Bio-Medico di Roma
  • Giampaolo Ghilardi, Ricercatore di Filosofia Morale, Università Campus Bio-Medico di Roma
  • Laura Campanozzi, PHD in Bioetica, Università Campus Bio-Medico di Roma

Registrati qui

 

 

ore 10 - 11 Aula T13, Trapezio

SCIENZA E FALSA SCIENZA

Le radiazioni elettromagnetiche fanno male? I vaccini sono pericolosi? L’omeopatia funziona? Il clima globale sta cambiando a causa delle attività dell’uomo? Queste sono solo alcune delle domande su cui gli scienziati dibattono da anni e su cui, in generale, la comunità scientifica ha raggiunto un’opinione concorde. Eppure sono ancora molte le persone che mettono in dubbio questi risultati. Come distinguere allora tra scienza e falsa scienza? Un dialogo interattivo con il pubblico, per cercare di restituire al cittadino la fiducia e alla scienza il ruolo che merita.

Emilio Giovenale, ricercatore Enea e referente del Laboratorio FEL Compatto, Enea di Frascati

Registrati qui

 

 

ore 11.15 - 12.15 Aula T9, Trapezio

IL FUTURO APPETIBILE PER CIBI PROIBITI

Caratterizzazione di FODMAPs in pasta e altri alimenti tramite BIONOTE per la prevenzione della sindrome dell’intestino irritabile. Una nuova tecnica di analisi per una valutazione quali-quantitativa di cibi complessi, come la pasta e i legumi. La rapidità del sensore consente una ottimizzazione dei tempi di cottura, l’identificazione dei tipi di grano utilizzati e un’analisi tempestiva del cibo utile alle aziende per migliorare in corso d’opera i processi di produzione o di trasformazione degli alimenti.

  • Fabio Campoli, chef
  • Marco Santonico, prof. di Elettronica e Sensori - Laurea Magistrale Ingegneria Biomedica UCBM
  • Luca Piretta, prof. e medico nutrizionista UCBM

Registrati qui

 

ore 11.15 - 12.15, Aula T10 Trapezio

ROBOTICS & DIGITAL INNOVATION FOR ENTERPRISES

L’innovazione tecnologica trasforma il modo di fare business in azienda: casi concreti per realtà in continua evoluzione 

  • Drone Robotic for Intelligent maintenance | Carmen Criminisi, Technology Innovation Manager TIM
  • 5G & 3D Virtual Reality | C. Criminisi, Technology Innovation Manager TIM
  • Connected Car  | M. Polosa, Responsabile IoT connectivity & solutions Olivetti Tim Group
  • Smart Manufacturing | M. Polosa, Responsabile IoT connectivity & solutions Olivetti Tim Group
  • Home Doctor | A. Morabito, Responsabile Infrastructure Solutions Marketing IT Business & Top Clients
  • Clinical Intelligence | G. Sola, VP Data Monetization Solutions Olivetti Tim Group

Cristiano Alboré, Responsabile Vendita Specialistica Direzione Business Clients Area Centro di TIM

Registrati qui

 

ore 11 - 12, Aula T8 Trapezio

QUANDO IL POST È VIRALE

I social media, e in generale il web, sono sempre più spesso utilizzati dai cittadini per la consultazione di informazioni sulla salute. Come le persone si interessano e interagiscono? il 90% dei Millenials sostiene di fidarsi delle informazioni mediche condivise da altre persone sui social media; tra gli adulti, un 30% condivide le informazioni sulla propria salute con altri pazienti, un 47% lo fa con i dottori, un 43% con gli ospedali e un 32% interagisce con una farmaceutica;  il 41% delle persone sostiene che ciò che leggono sui social media potrebbe influenzare la loro decisione in merito a quale medico, ospedale o altra struttura assistenziale prendere in considerazione quando devono affrontare un problema di salute. I social sono anche utilizzati per la diffusione delle cosiddette Fake News, attraverso le quali i post si trasformano da “virali in virus (della cattiva informazione)” e che vengono continuamente contrastate da chi lavora per una adeguata informazione. MSD Italia si impegna per la corretta informazione scientifica e sulla salute delle persone. I 4 account social di «MSD Salute» interagiscono con le persone: Facebook, LinkedIn, Twitter, YouTube, Instagram e un Chat(Ro)Bot che sfrutta l’intelligenza artificiale per conversare puntualmente e instantaneamente con medici e pazienti. 

A cura di Ilaria Catalano, Executive Director Business Operations & Digital Strategy, MSD Italia

 

ore 10 - 11, Aula T10 Trapezio

LE OPPORTUNITA' DEL 5G E LA NUOVA FRONTIERA DELLE PROFESSIONI DIGITALI

La Sezione Comunicazioni di Unindustria presenta il 5G, il nuovo standard comunicativo pensato per l’Internet delle cose, per interconnettere oggetti, macchine, dati e persone portando servizi e benefici nel contesto in cui si vive e lavora. Adottare nuove tecnologie in modo efficace non significa solo acquisire e mettere in funzione dispositivi o applicativi digitali, ma è necessaria una trasformazione che riguardi in primis i processi aziendali, le risorse interne e le competenze. Nel nuovo paradigma di Industria 4.0, ci sarà sempre più bisogno di figure professionali “digitalmente” preparate e qualificate: analisi dei big-data, gestione e controllo dei sistemi informativi, trasmissione dei dati in modo sicuro, cyber security, sono soltanto alcune delle digital skill che dovranno essere potenziate e/o sviluppate all’interno dell’azienda. 

Sezione Comunicazione di Unindustria